fuera-italianos

Come è visto l’italiano a Tenerife

Com’è visto l’Italiano a Tenerife è una domanda che ognuno che pensa di arrivare sull’isola dovrebbe porsi.





Basta dare uno sguardo ai commenti solamente sul nostro sito, per vedere la forte richiesta di informazioni di persone, che cercano il paradiso a Tenerife, pensate tra tutti i siti e altrove, quante siano le persone interessate alla ricerca del classico “mollo tutto”, in questo forse Tenerife è tra le mete più ambite.

Il dato è, che gran parte di queste persone sono disoccupati, disperati, c’è anche chi è appena uscito di galera, visto che a Tenerife non viene richiesto il casellario giudiziario, insomma, gran parte sono persone senza una specifica professione, alla ricerca della fortuna, fortuna che a Tenerife è ormai molto difficile da trovare, sia per la crisi, che ha colpito duramente anche la Spagna, e sia per la grandissima affluenza di persone da tutto il mondo, oltre che dall’Italia, dove ormai solo nella parte sud si contano circa 20.000 Italiani, registrati, più tutti quelli non registrati, perchè spesso scappano da Equitalia.

Questa situazione, e soprattutto questi personaggi, hanno portato il canario, a considerarci al pari dei rumeni in Italia, non è raro incontrare scritte sui muri del tipo, “fuera italianos”, italiani fuori, o situazioni al limite del razzismo, con perquisizioni in strada, caparre da capogiro per fittare appartamenti, situazioni spiacevoli, ma giustificate dai numerosi raggiri e truffe, messe in atto da questi improvvisati.

Gli improvvisati, sono tutti coloro che arrivano sperando nel paradiso, senza una lira in tasca, e che pretendono la vita da vacanza estiva, per 365 giorni l’anno, per questo si inventano le situazioni più disperate, tra le più famose, gli affitti di case inesistenti, le agenzie immobiliari senza conoscere minimamente le normative del posto, con l’inevitabile “fregatura” per il malcapitato di turno, il noleggio di autovetture o motorini in nero, la realizzazione di documenti falsi o false attestazioni, per questo anche noi, nel nostro piccolo, cerchiamo di filtrare tra i commenti, il personaggio di turno che si propone di aiutarvi, peggio se in privato, teniamo a ribadire con molta fermezza, di prestare molta attenzione e di chiedere sempre referenze, nel caso specifico, noi, quando possibile, indirizziamo verso agenzie note e professionali, dove non possiamo, preferiamo tacere.

Questo articolo, serve per mettere a conoscenza, tutti coloro che ci chiedono informazioni lavorative, o generali, che l’isola sta soffrendo molto in questo periodo, la crisi ha portato ad una disoccupazione che sfiora il 30%, è vero che la tassazione è favorevole, che il clima è ottimo, ma non per questo uno può buttarsi all’avventura, perchè la disavventura è dietro l’angolo, sono moltissimi che rientrano in italia con la coda tra le gambe, oppure con i risparmi finiti, per una truffa o perchè non sono stati fortunati, peggio ancora coloro che invece si fermano a delinquere, rovinando la reputazione nostra, e quindi rovinando la convivenza tra persone civili.

La risposta alla domanda iniziale, di come è visto l’italiano a Tenerife è, male.

Trackback dal tuo sito.

Commenti (11)

  • Avatar

    pierluigi

    |

    purtroppo é la triste veritá. confermo e, seppur non sia un gran estimatore dei canari, come dargli torto?! il brutto é che per colpa delle migliai di italiaoti arrivati a frotte negli ultimi anni, a farne le spese sono gli italiani onesti (pochi ma ci sono), presenti sulle isole giá da diversi anni e ora visti alla stessa stregua della feccia arrivata in questi ultimi anni. fare di tutta l’erba un fascio, purtropp, é una usanza che non trova confini!

    Reply

  • Avatar

    Valentina e Antonio

    |

    Che peccato che per colpa di Italiani disgraziati debbano rinunciare a questa speranza anche quelli per bene. Farebbeo bene a starsene doce sono visto che sanno fare solo danni. Poi si lamentano degli stranieri in italia…
    Però d’altronde non li biasimo assolutamente quelli del posto, hanno ragione a questo punto. Avevo deciso insieme a mio marito di tentare a venire ma mi sa che devo rinunciare a questa probabilità. Con immenso dispiacere perchè non ne posso più del clima del nord italia. Teneteci informati. Grazie mille dell’informazione, Valentina.

    Reply

  • Avatar

    elio

    |

    Devo dire che hanno ragione, abbastanza italiani quando vanno all’estero si comportano in maniera incivile gettando fango sul resto degli italiani onesti. Lo dice uno che, nato a napoli, quando si reca all’estero per TURISMO e per un motivo qualsiasi deve esibire la c.i. viene guardato in maniera sospetta; posso dire solo una cosa recatomi in olanda a casa di un amico dopo poche giorni degli olandesi mi dissero che secondo loro NON SEMBRAVO ITALIANO, a parere del mio amico era il complimento più bello che potevo ricevere, invece mi rese triste perché sono italiano anche se le mie origine sono del regno borbonico.

    Reply

  • Avatar

    marisa

    |

    è da un po di tempo che pure io ho fatto questo pensiero,in Italia non si vive più bene x tanti motivi, uno di questi è che con la pensione non si arriva a fine mese.Per una persona che ha lavorato tanti anni onestamente è molto umiliante, per questo mi piacerebbe trasferirmi a Tenerife, ma lasciare tutto è molto difficile, però cosi vivrei dignitosamente la mia vecchiaia.

    Reply

  • Avatar

    Mariangela

    |

    Sono una pensionata, sto pensando di trasferirmi a Tenerife, la mia pensione non è malvagia 1600 euro, la voglia di questo trasferimento viene dal fatto che i miei figli faticano qui in Italia e se risparmiassi di più potrei aiutarli finchè non si sistemano. Chi sa dirmi quanto prenderei in più sulla pensione e, è necessario prendere la residenza vero?
    Grazie
    Mariangela

    Reply

  • Avatar

    Giovanni

    |

    Bhe che dite sono psrtito dall italia nel giro di 48 ore pensando di trovare il “paradiso” .. Sono un tecnico informatico e realizzo sitiweb vivo a santa cruz ma non ho trovato nulla… La vita qui é dura….. MAI DIRE MAI

    Reply

  • Avatar

    Ennio

    |

    Salve.. sono un pensionato di 67 anni, aiuto saltuariamente la nostra azienda di famiglia ma pronto a lasciare.
    Da tempo sto valutando di poter ottimizzare la mia rendita pensionistica di 1.700,00 € lorde italiane per cui nette 1.450,00, sulla quale gravidiamo economicamente in due persone.
    Per questo chiedo un parere a chi conosce l’attuale situazione di Tenerife, se traslocando la mia residenza in questo stato, si possa migliorare anche se con un successivo sacrificio, il nostro rimanente tempo di vita, questo, dopo aver versato molti soldi a scambio di una pensione con un tenore di vita adeguato. Purtroppo come vediamo, cosa spiacente, con il nostro poco, siamo salvadanaio per i continuati prelievi fiscali, diretti e indiretti dedicati ai continui errori istituzionali perseverati nel tempo da parte di una setta amministrativa che con la frase “BER IL BENE DEGLI ITALIANI” ha perso la bussola o l’ordine della ragione e persevera ancora senza pudore credendoci continuando sperperi e altro allontana quindi dalla speranza di riscattarci da questo periodo di crisi in tempi umani, il tempo a noi rimanente.

    Reply

  • Avatar

    giovanniluca

    |

    conosco abbastanza bene la realtà canaria e la storia penso sia la stessa che in europa. se sei un tipo a posto che paga e si fa i cavoli suoi rispettando le regole nessuno ti infastidisce. Anzi se produci ti rispettano. Se vai alle canarie con una scarpa e una ciabatta a fare casino e creare solo problemi,come purtroppo fanno in tanti,è ovvio che ti invitano a ritornare a casa tua.

    Reply

  • Avatar

    Stefano

    |

    Con mia moglie stiamo valutando di trasferirci alle Canarie.
    Ho chiuso un impresa di costruzioni meccaniche in Italia in quanto non ne vale più la pena.
    E da qualche tempo produciamo pasta ripiena per mantenerci.
    Secondo la vostra esperienza, questo tipo di esperienza professionale ci permetterà di trovare un impiego in breve Tempo?

    Reply

  • Avatar

    pierluigi

    |

    quelli che commentano questo articolo non lo leggono prima, vero??? per favore, leggetelo e vedrete che vi passerá non solo la voglia di fare queste domande ma anche di venire alle canarie….se cercate un posto per ricominciare e vivere degnamente, le canarie non sono il vostro posto….cercate un posto dove c’ é lavoro.

    Reply

  • Avatar

    Marcello Landolfo

    |

    Sono venuto a Tenerife svariate volte per rendermi conto di che vita si potesse fare, se idonea alle mie esigente di pensionato economicamente tranquillo.
    Il clima e tutto ad esso correlato sono indiscutibilmente la parte vincente.
    Trovare casa non è stata cosa facile, ho sentito l’essere Italiano, ma come ben sapete
    i soldi aprono tutte le porte. La cosa mi ha dato molto fastidio ma ho dovuto accettarla,
    visto che siamo un popolo di furbetti.
    Sono circa due mesi che vivo qui, Comune di Adeje, e dimostrando di essere persona rispettosa mi sento rispettato. Ai connazionali Italiani dico: Tenerife non è l’isola dei vostri sogni, valutate con molta attenzione il grande passo, può essere rischioso.
    Cordialmente
    Marcello Landolfo

    Reply

Lascia un commento