Quale momento migliore per trascorrere il Vostro Natale a Tenerife, al caldo in un posto accogliente, economico e con tanti eventi in programma.

Aspettare Babbo Natale la sera della vigilia a maniche corte, magari guardando le stelle in spiaggia insieme ai Vostri amici o alla Vostra famiglia, trascorrere questa attesa in modo sicuramente diverso dal solito e soprattutto da quello che la tradizione ci dice, infatti il Natale siamo abituati a trascorrerlo rinchiusi in casa, magari davanti ad un caminetto acceso e per i pochi fortunati guardando la neve cadere fuori dalle finestre.

Tenerife vi offrirà un modo tutto suo, riscaldati invece che dal camino, dal sole, illuminati dalle stelle, con Babbo Natale vestito con le maniche corte, in un ambientazione sicuramente alternativa a quello a cui siamo abituati, godendo di tutti gli eventi che la comunità offre, seguendo la tradizione e tutto quello che il Natale a Tenerife porta con sè.

Come saprete l’isola sotto l’aspetto climatico, offre molteplici vantaggi, infatti per i più nostalgici del freddo e anche della neve, ci sarà la possibilità in pochi km di raggiungere le vette del vulcano Teide, dove già oggi si può godere del freddo e della cima imbiancata, immergendosi in un ambiente più familiare ma sempre con un magnifico panorama oceanico.

Sono molte le iniziative che la Nochebuena (vigilia di Natale) e le festività natalizie in generale, offrono a Tenerife, dai concerti, ai classici mercatini, e a tutti quei riti che come in Italia la tradizione vuole, dal sacro al profano.

In tutta la Spagna infatti il Natale è molto sentito, gli spagnoli sono un popolo molto attento alla tradizione, tutto ha inizio l’8 dicembre con la festa dell’Immacolata dove in ogni casa ci si riunisce per preparare tutti insieme il presepe, poi c’è il 22 dicembre dove il profano vuole che tutta la popolazione si ritrovi al mattino presto davanti alla tv per l’estrazione del “gordo” della lotteria nazionale, la parola stessa significa grasso, ossia il primo numero estratto dagli alunni di un collegio di Madrid, dove c’è la sorpresa più consistente; poi c’è la Nochebuena dove ci si riunisce tutti insieme nelle case dei parenti per cantare i “villanciscos” ossia i caratteristici canti spagnoli natalizi, e ci si scambia qualche piccolo dono per lo più semplici dolcetti, fino ad arrivare al fatidico 25 dicembre, la “Navidad” di Gesù, partecipando alla “Messa del Gallo” che la tradizione narra essere il primo ad annunciare la nascita del Salvatore, molto sentita è anche la festa del Los Santos innocentes il 28 dicembre durante il quale è consentito prendersi in giro e farsi degli scherzi.

Il 25 dicembre, il giorno di Natale a Tenerife c’è uno dei concerti  più importanti e più suggestivi, al porto di Santa Cruz si radunano ogni anno più di 20.000 persone per ascoltare l’Orchestra Sinfonica di Tenerife allietando la serata con stupenda musica classica e sorprese.

Cosa aspettate a prenotare!!!
01. Logo

Rispondi